I giovani ai concerti

Titolo I giovani ai concerti, articolo di Tiziana Tentoni

I GIOVANI AI CONCERTI

La musica classica e la comunicazione che parla alle giovani generazioni.

È di qualche giorno fa la notizia che in Finlandia sulle spiagge, ma anche nel Regno Unito e in Australia nelle metro e parchi, si utilizzi la musica classica per dissuadere i giovani dal radunarsi in quei luoghi.

Se da un lato la notizia fa sorridere, dall’altra si inquadra nella percezione che i giovani non siano interessati ad un genere che viene considerato da una parte noioso e dall’altra elitario, e dunque distante dai gusti dei ventenni.

In buona parte questo è vero. A meno che non si abbia ricevuto un’educazione ampia musicalmente parlando o si abbia avuto la possibilità di sviluppare fin da bambini un interesse, è realtà che i giovani siano lontani da Mozart, Bach, Stravinsky e Beethoven.

Ma la responsabilità della mancata intercettazione di un pubblico nuovo, lo dico da anni, sta anche nel tipo di comunicazione che molte stagioni e teatri utilizzano per promuovere i concerti e gli spettacoli che è, troppo spesso, datata e obsoleta.

L’altro giorno giravo per Roma e vedo da lontano un cartellone con il faccione di Beethoven, quello classico e stravisto del ritratto di Stieler, con faccia truce, manoscritto e penna. Penso subito si tratti di qualche manifestazione secondaria, con poco budget, e che magari può investire solo sulle affissioni piuttosto che su un’articolata strategia di marketing.

Mi avvicino per leggere e mi accorgo invece che era niente di meno che una pubblicità dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e dell’integrale delle sinfonie di Beethoven dirette da Daniele Gatti, al Parco della Musica, in giugno.

Un’orchestra e un coro straordinari, uno dei più grandi direttori internazionali e il ciclo sinfonico più eseguito al mondo meritano una comunicazione altrettanto eccezionale e capace di catturare l’attenzione di un pubblico più giovane e diversificato.

Mi chiedo se davvero non ci fosse altra soluzione che mettere un’iconografia classica usata da decenni e facilmente reperibile da chiunque cercando su Google. E se fosse troppo complicato creare un contenuto originale muovendo magari, solo per fare un esempio, sul concetto cardine della produzione beethoveniana, la libertà, valore universale e condiviso.

Un giovane, o chiunque non esperto di musica classica, che vede per strada la faccia minacciosa di Beethoven, guarderà oltre senza approfondire di cosa si tratti. Se invece la stessa persona vedesse una foto di forte impatto o una grafica di design contemporaneo con raffigurati, che so, due mani che rompono una catena, allora sì che l’attenzione si desterebbe, perché la libertà è un messaggio inclusivo e riguarda tutti.

Pensateci la prossima volta.

Cover Rossa Younique, workshop Tiziana Tentoni

YOUNIQUE

Workshop di gestione della carriera degli artisti di musica classica

in collaborazione con Amusart Academy, Lerici Music Festival e Creativa-società cooperativa

Dall’1 al 3 agosto 2024 sarò al Lerici Music Festival per un workshop sulla gestione della carriera degli artisti di musica classica.

Parleremo di tutto ciò che serve per aumentare il numero dei concerti, far crescere la vostra attività artistica e rafforzare il vostro personal branding come artisti, analizzerò il vostro progetto personale e potrete anche essere selezionati per suonare nell’edizione 2025 del Festival!

Ne uscirete più consapevoli e pronti per affrontare la nuova stagione con maggiori risultati e soddisfazione.

La scadenza per le iscrizioni è venerdì 5 luglio 2024, la partecipazione è aperta a tutti, senza limiti di età e fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Per i costi e tutti i dettagli, cliccate sul pulsante sotto: vi aspetto a Lerici!

🟧 CONCERTI PLUS 🟧

Il corso completo per aumentare il numero dei concerti
👉 Lo scorso mese ho selezionato i 6 artisti che faranno parte di TALENT, il mio progetto di tutoring pro bono che ho ritenuto necessario per aiutare questi 6 giovani talenti della musica classica a trovare la loro strada e iniziare la loro carriera inserendosi nel mercato con la struttura mediatica e le competenze che ora sono fondamentali: eccoli qui!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
DI TIZIANA