La Ferragni e Balocco

LA FERRAGNI E BALOCCO

Chiara Ferragni e Balocco: una storia di poca beneficenza, mala comunicazione e sanguisughe di visibilità.
Qualche considerazione sul caso Ferragni che deriva dalla mia esperienza e senza voler insegnare niente a nessuno.

A quei livelli, non fai niente da sola. A quei livelli hai persone cha da anni seguono la tua immagine, hanno potere di firma, ti portano sul tavolo i contratti solo da siglare e tu sai di non avere nulla da temere perché sono anni che lo fanno bene, molto bene.

Arriva il momento in cui invece sbagliano, sottostimano l’impatto delle parole, la conseguenza della comunicazione. Questo è successo.

Nessuno che abbia un minimo di familiarità con il personal branding e con la comunicazione aziendale può pensare che ciò sia stato fatto con coscienza, perché il prezzo da pagare sarà altissimo. Si è trattato di un errore di valutazione, enorme, gigantesco, grottesco. E la pezza delle scuse stile piccola fiammiferaia se possibile ancora peggio.

Quando mettiamo la faccia in ciò che comunichiamo, in quello che vendiamo e quando abbiamo un rapporto stretto con le persone che ci seguono, dobbiamo metterci a nudo, avere una trasparenza fanatica. Se quello che diciamo è vero al 99%, vuol dire che è falso e su questo non si deve transigere. Neanche mezzo passo avanti deve esser fatto senza aver verificato personalmente e nella sua totalità ciò che diciamo a chi ci consegna la sua fiducia.

Questo è ciò che io ritengo essere uno spunto costruttivo da cogliere nella vicenda: il resto sono chiacchiere da bar.
copertina arancio ritratto Tiziana Tentoni scritta CONCERTI PLUS il corso per aumentare il numero dei concerti

CONCERTI PLUS

Il corso completo per aumentare
il numero dei tuoi concerti.

APPROFITTA DELL’OFFERTA LANCIO E PAGALO LA METÀ!

👇

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
DI TIZIANA