Classical Marketing

Grafica girgia e nera con foto Tiziana Tentoni e titolo Classical Marketing e sottotitolo Il digital marketing della musica classica spiegato facile

CLASSICAL MARKETING

Il digital marketing della musica classica spiegato facile

Quando si parla di digital marketing nell’ambito della musica classica colgo ancora una certa diffidenza. Già perché le due parole sembrano rappresentare quanto di più distante possa esserci dalla musica e dall’arte.

In realtà invece, ogni attività, istituzione, accademia, festival, stagione ha necessità di fare numeri: aumentare il pubblico, migliorare le vendite, incrementare le iscrizioni, ognuno ha un obiettivo differente. E ognuno di questi obiettivi può essere raggiunto integrando e facendo dialogare con metodo ed efficacia i tre elementi determinanti del digital marketing:

1. SITO WEB: Se sono un’istituzione che ha problemi di affluenza pubblico, devo avere un sito web con strumenti di misurazione e tracciamento. Ottimo avere un sito ben organizzato, accattivante graficamente e chiaro nei contenuti, ma è altrettanto importante sapere cosa gli utenti visitano, quanto si soffermano ad approfondire e come si muovono al suo interno. Questo serve a mirare le campagne promozionali su web e sui social verso tutta quella parte di pubblico che visita il sito ma che poi non conclude la conversione, ossia non diventa cliente acquistando il biglietto.

2. SOCIAL MEDIA:

Avere social media attivi ma non collegati ad un sito web è totalmente inutile ai fini di ottenere risultati. Il pixel di Meta, un codice numerico che viene inserito in luoghi strategici del sito web, serve proprio per creare una sinergia tra il sito e i social, ha lo scopo di monitorare il comportamento degli utenti sul sito per incanalarlo nelle campagne social: così quel prodotto, quel concerto, quella masterclass appariranno sul feed di quegli utenti che hanno visitato il sito web e non di altri a cui non interessa nulla della musica classica, creando in questo modo un potenziale pubblico già molto coinvolto in ciò che facciamo e che quindi più facilmente potrà diventare un cliente.

3. NEWSLETTER: Nella musica classica il potere della newsletter è molto sottovalutato, viene infatti spesso relegato ad una mera informativa pubblicitaria via mail. La newsletter è invece molto altro. Intanto anche lei dialoga sia con il sito che con i social sempre attraverso i tracciamenti. E poi, va utilizzata pensando prima di tutto ad offrire contenuti esclusivi e di valore che vadano a ripagare la fiducia dell’utente che ci lascia la sua mail. Così, tra chi invia e chi riceve una newsletter si instaura un rapporto di complicità e di comunicazione virtuosa che favorisce poi anche la fidelizzazione.

Sito web, social media e newsletter sono dunque da considerare ormai imprescindibili. Con una strategia multi canale (ossia su tutti e 3 questi elementi) ben impostata e costruita sul giusto target, si può ottenere praticamente qualsiasi risultato si desideri, a patto però di affidarsi a professionisti che conoscono il mercato e il pubblico della musica classica: perché creare contenuti e strategie digitali per promuovere una linea di make up o l’apertura della nuova sede di un’agenzia immobiliare, è decisamente diverso dal promuovere l’integrale delle sinfonie di Brahms.

Tutti i professionisti del marketing sanno che l’interazione tra sito web, social media e newsletter è la base fondante, ma solo quelli che conoscono anche a fondo la musica classica e i suoi meccanismi possono creare contenuti e avere idee innovative che colgano nel segno e raggiungano gli obiettivi prefissati, in un settore che ha come primo termine di riferimento la qualità e solo in seconda battuta la quantità.

Insomma, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mar…keting.

Anche nella musica classica. 😉

copertina arancio ritratto Tiziana Tentoni scritta CONCERTI PLUS il corso per aumentare il numero dei concerti

🟧 CONCERTI PLUS 🟧

Il corso completo per aumentare il numero dei concerti

Un corso completo per aiutarvi ad aumentare il numero dei concerti: lezioni, materiale da scaricare, incontri individuali con Tiziana Tentoni e meeting mensili con direttori artistici, agenti, promotori ed esperti di settore.

👉 Nel settembre 2021 sono stata invitata a tenere un seminario sul digital marketing delle istituzioni culturali al Maiori Festival. Ho incontrato molti professionisti che non si capacitavano di come i loro progetti, i loro festival o la loro attività in generale, nonostante l’eccellente livello, non decollasse. Tornando, scrissi un articolo che è in parte il predecessore di quello che avete appena letto, si chiama I 5 asset strategici del digital marketing delle istituzioni culturali, spero possa essere utile anche a voi: buona lettura!

CLASSICAL MARKETING on Spotify

Una playlist dedicata alle orchestre più all’avanguardia nel digital marketing, che riescono a veicolare le iniziative e i messaggi con modernità ed efficacia. 💻🎶🌍

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
DI TIZIANA