Quanto chiedo?

QUANTO CHIEDO?

Cosa considerare prima di decidere il cachet di un concerto è un argomento molto gettonato quando si parla con gli artisti.

L’argomento cachet è sempre uno dei più gettonati quando si parla con gli artisti. La domanda più frequente è ovviamente quella relativa a quanto si deve chiedere e come calcolare una cifra equa, preoccupati che una richiesta esosa possa essere la causa di un rifiuto e quindi di perdere il concerto.

Può esserlo, a volte.

Ma non se, oltre alla propria bravura e arte, si tengono in considerazione altri elementi.

Come il seguito che si ha sui social (pagine professionali, non profili privati naturalmente), la proposta musicale che si presta ad una promozione efficace, la disponibilità ad incontrare il pubblico dopo il concerto, la consuetudine ad inserire uno speech coinvolgente sul palco, l’interazione con gli spettatori, la vittoria di concorsi importanti, insomma tutto ciò che può dare un plus alla comunicazione del concerto.

I promotori, i direttori artistici, non sono giudici, sono dirigenti di aziende che producono spettacoli, finanziate per lo più da fondi pubblici e molti anche da sponsor privati. E a loro devono rendere conto, anche spesso con i dati del ticketing.

Essere dei geni nel proprio strumento e pensare per questo di essere meritori di tanti concerti e pagati molto bene, è un assunto che genera frustrazione. Ci sarà sempre qualcuno che suona meglio!

Per quanto ne sappiamo, ci potrebbe essere un novello Glenn Gould nascosto ai piedi del Monte Soratte che passa le sue giornate chiuso nella sua stanza a studiare fino a notte inoltrata. Nessuno lo inviterà mai in una stagione dandogli un cachet consono alla sua eccellenza.

Perché non è bravo?

No, perché nessuno lo conosce.

Abbiate cura di crescere sempre come strumentisti ma anche di uscire allo scoperto con la vostra capacità di comunicare voi stessi. E di offrire qualcosa di unico a chi vuole collaborare con voi e per il quale non sarà un problema poi aumentare il budget che avevano previsto.

Pagheranno così ciò che valete, non ciò che costate.

🎓 SCOPRI I CORSI DELL’ACADEMY!

Tutti i corsi sono on demand, puoi farli dove vuoi, quando vuoi e 24 ore su 24.

👉 Un articolo dello scorso anno che parla dell’importanza di saper dare un valore a ciò che facciamo e che si rivolge soprattutto alle giovani generazioni: si chiama Giovani musicisti e cachet.

GOLDEN on Spotify

Una playlist dedicata agli artisti d’oro della musica classica, quelli che sono riusciti a dare un valore anche economico rilevante alla loro arte e alla meraviglia delle loro interpretazioni. 🪙🎵🌟

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
DI TIZIANA