CDica

CDica

25 Marzo 2018 0 Di Tiziana Tentoni

C’è una questione che spesso mi chiedono gli artisti: come promuovere l’uscita di un CD su Facebook.

Prima di tutto: se volete usare questo social per aumentare la vostra visibilità e quindi la vostra attività e quindi le vostre entrate, visto che è il mezzo adatto per farlo, dovete abbandonare la confort zone del vostro profilo personale e aprire una pagina professionale.

Mantenete pure il profilo se volete ovviamente, ma chiudete la privacy alle sole pochissime persone con le quali condividere vignette, foto del primo giorno di scuola, della settimana bianca, della comunione, cresima e popò dei cani e traslocate professionalmente armi e bagagli su una pagina professionale.

Dunque: la vostra label discografica vi ha informato che tra due mesi uscirà il vostro nuovo CD e volete promuoverlo per aumentare le vendite (e quindi le vostre royalties e i vostri guadagni) e informare le istituzioni alle quale volete proporre un concerto?

Perfetto. Allora però, prima di tutto mantenete la calma.
Pubblicare E’ USCITO IL MIO NUOVO CD! SONO FELICE COME UNA PASQUA! COMPRATELO! è il Diavolo, quello che dovete evitare assolutamente: avrete tanti commenti da amici, familiari, colleghi invidiosi che fanno finta di non esserlo e colleghi invece contenti per voi (UNO). Ma agli addetti ai lavori suonerà (!) un po’ fragile e poco professionale.

Perché un CD è un percorso importante nella vita di un artista, e l’impegno e lo studio che ci avete messo dentro vanno rispettati. Non è solo una dimostrazione edonistica ed egocentrica di successo ottenuto; anche perché, parliamoci chiaro perché lo sanno tutti, il CD la maggior parte delle volte ve lo pagate da soli quindi non è un gran risultato in sé pubblicarlo. E’ invece importante il perché sia stato fatto, come, in che momento della vostra vita arriva, che differenza con altre interpretazioni, quale la scelta di un repertorio invece al contrario mai esplorato. Costruite una storia, che parta magari un mese prima, in cui raccontate la vostra esperienza, le difficoltà che avete incontrato, le soddisfazioni, foto, aneddoti sulla registrazione e curiosità sui brani: allora, e solo allora, quando poi annuncerete la release, il pubblico avrà davvero voglia di comprarlo perché vi avrà accompagnato anche emozionalmente nel percorso e la vostra casa discografica ve ne pubblicherà un altro, magari partecipando anche in parte ai costi di produzione, se i numeri delle vendite sono buoni.

Voi mi direte: ah bella ma che te credi ce l’ho la pagina FB! C’ho la pagina e pure il profilo, c’ho tutto c’ho.

Ecco. Ogni volta che vedo la STESSA notizia dell’uscita di un CD pubblicata dallo STESSO artista sul suo profilo personale, sulla bacheca della nonna, della zia, della vicina di casa, della maestra delle elementari, e poi, ORRORE, condivisa tale e quale anche sulla pagina professionale scatenandosi quindi quel curioso fenomeno dello sdoppiamento di personalità social per cui sono due MARIA ROSSI PIANIST che condividono sempre lo stesso contenuto a mitraglia, ecco quando vedo questo a me non viene voglia di comprare il CD: a me viene voglia di prendere a picconate lo stabilimento di produzione, del CD.

Volete vendere? Non si fa così, non si fa così: punto e basta.
Si struttura una programmazione, si imposta una promozione a pagamento, ben fatta, interessante, vivace, carina, lavata, stirata, profumata e mirando bene il target: e, appunto, la promozione la potete fare solo su una pagina professionale. Sto parlando di 4 euro, non di 400 eh. E allora, con costanza, intelligenza e usando anche dei tool semplici di social media marketing, le vendite aumenteranno, pian piano.

Ma soprattutto, aumenterà la vostra reputazione e la vostra credibilità, requisiti fondamentali per una carriera di successi costanti, che è quello che meritate.

Tiziana

Roma, 25 marzo 2018